Benvenuti in Rosa & Associati

MONDIALI DI CROSS : 5 PODI INDIVIDUALI E UNO IN STAFFETTA

Quasi la metà, cinque su dodici, dei medagliati individuali ai Mondiali di cross sono atleti della Rosa Associati. La trasferta in terra ugandese è stata pertanto foriera di splendidi risultati per il team guidato da Gabriele Rosa. Sui prati attorno a Kampala sono stati raccolti i frutti dei duri allenamenti nei training camp, con tanti atleti giovani saliti sulla ribalta iridata.

JUNIORES – Uno, due, tre. Il podio della prova juniores maschile è tutto griffato Rosa. Sul gradino più alto è salito il padrone di casa Jacob  Kiplimo, ugandese nato nel 2000 che già l’anno passato si era rivelato al mondo mettendosi al collo la medaglia di bronzo su 10.000 ai Mondiali Under 20 su pista di Bydgoszcz. La medaglia di Kiplimo ha un sapore storico perché è la prima d’oro per l’Uganda ai Mondiali di corsa campestre. Durante la stagione il diciassettenne rappresentato dalla Rosa e Associati si allena con alcuni connazionali in Toscana.

Alle spalle di Kiplimo si è piazzato l’etiope Amdework Walelegn, nuovo talento del vivaio del Rosa Team che sta crescendo giorno dopo giorno nei dintorni di Addis Abeba. Per chiudere il cerchio sul gradino più basso del podio è salito il keniota Richard Kimunyan, già campione del mondo nei 3000 ai Mondiali allievi di Cali nel 2015.

Un ugandese, un etiope e un keniano: tre nazioni nelle quali l’impegno della Rosa Associati è in crescita, tre Paesi dove i tecnici coordinati da Gabriele Rosa stanno allevando talenti destinati ad un futuro roseo.

SENIORES – La zampata del Rosa Team c’è stata anche nella prova più attesa, quella assoluta. Il keniano Leonard Barsoton,  già vincitore in febbraio della prova nazionale di qualificazione, è stato bravo ad arpionare la medaglia d’argento, confermando quanto di buono evidenziato nella stagione sui prati.

Non solo saliti sul podio, ma hanno ben figurato, anche Ibrahim Gashu, ex campione del mondo dei 10.000 a Daegu 2011 quando fu capace di annientare la resistenza di Mo Farah, ottavo individuale e oro a squadre con l’Etiopia, e Nicholas Kosimbei, già campione del mondo junior dei 10.000 a Eugene 2014, quindicesimo a Kampala.

 

DONNE – Non solo maschietti, anche le femmine dei training camp gestiti da Rosa hanno scritto una bella pagina di sport. A cominciare dalla medaglia di bronzo seniores portata a casa da Lilian Rengeruk Kasait, keniana del 1997, che al primo anno nella categoria assoluta ha fatto immediatamente centro, dopo essersi laureata campionessa del mondo allieve nei 3000 a Donetsk 2013, e argento juniores nei 3000 a Eugene 2014.

Da segnalare anche l’undicesimo posto della maratoneta battente bandiera del Bahrain Eunice Chumba. Tra le juniores, invece, quarto posto per Sheila Chepngetich e undicesimo per Sandra Tuei, entrambe appartenenti al gruppo che fa base a Londiani.

 

STAFFETTA – Infine soddisfazioni per il Rosa Team anche nella staffetta mista, un format introdotto al Mondiale di cross per la prima volta proprio a Kampala. Il Kenya ha vinto la medaglia d’oro schierando in prima frazione il fenomenale Asbel Kiprop, punta di diamante della scuderia Rosa.

Dalila Gosa, argento allievi a Cali nei 1500 e argento juniores nei 3000 a Bydgoszcz, è giunta quarta con la squadra del Bahrein insieme ad un’altra atleta del Rosa Team, Tigist Belay.

 

Rassegna iridata ricca di soddisfazioni quindi per il Rosa Team, che domina su tutte le superfici: dalla strada alla campestre, passando per la pista.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Per migliorare l'esperienza dell'utente, questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi