Benvenuti in Rosa & Associati

Training Camp

Storia

L’impegno di Gabriele Rosa in Africa è conosciuto soprattutto dal punto di vista sportivo. Ma di particolare rilievo è l’impatto sociale costituito dalla realizzazione dei camp di allenamento, divenuti anima dei villaggi in cui sono stati costruiti.

Il primo camp a Kapsait

Il primo è sorto a Kapsait, oltre venti anni fa. Qui, da tempo immemore, le tre popolazioni locali erano in lotta tra loro. Il centro sportivo riuscì così a ristabilire la pace tra le tre popolazioni, divenendo in breve l’epicentro di un interesse comune per l’atletica, vera vKaptagatocazione per la maggior parte dei ragazzi keniani, dotati di una particolare predisposizione per la corsa, ma assolutamente da plasmare.

La struttura di Kapsait, a quasi 3mila metri di altitudine, grazie all’interessamento di Gabriele Rosa, fu anche lo spunto per uno sviluppo delle infrastrutture. Furono costruiti pozzi, strade e fu realizzata la rete elettrica.

 

 

Ambulatorio medico

Oggi, oltre ad ospitare gli atleti più giovani, all’inizio della loro carriera, offre un sevizio fondamentale per Kapsait e i villaggi vicini, attraverso l’attività dell’ambulatorio medico, aperto alcuni anni fa, che fornisce assistenza costante. L’idea è quella di potenziare il presidio coinvolgendo medici e infermieri italiani nella formazione del personale locale.

La scuola e il centro di fisioterapia

Sempre a Kapsait il medico bresciano è impegnato a sostenere la scuola frequentata da oltre 500 bambini, alcuni dei quali arrivano da molto lontano. Per questo accanto alle aule e alla mensa, è stato costruito un dormitorio che possa accogliere i piccoli durante la settimana per evitare loro lunghi spostamenti a piedi.

Samuel_Wanjiru2008_Summer_Olympics2E in tema di formazione l’esperienza del camp di Kaptagat è un altro esempio importante di sostegno alla popolazione locale. Qui è stato inaugurato nel gennaio del 2012 un Centro di fisioterapia intitolato a Samuel Wanjiru (wikipedia) campione olimpico nella martone a Pechino 2008, destinato non solo alla cura degli atleti. In collaborazione con Indiba Activ, infatti, all’interno del camp è stata aperta una scuola di alta formazione per i fisioterapisti keniani.

 

Un nuovo camp a Kapsabet

A Kapsabet, nelle Nandi Hill, famosa per le sue piantagioni da the, Stanley Biwott il vincitore dell’ultima maratona di New York ha deciso insieme a Rosa & Associati di finanziare un nuovo training camp dove si alleneranno i maratoneti uomini. Sempre a Kapsabet sta sorgendo un gruppo di allenamento femminile di maratonete giovani.

I camp rappresentano inoltre la possibilità di carriera sportiva per molti giovani e talentuosi atleti che altrimenti non avrebbero l’opportunità di avvicinarsi alle competizioni all’estero. E in questo senso, per le donne soprattutto, sono sinonimo di emancipazione all’interno di una società che generalmente non offrirebbe loro molte chance.
KAPSABET: ospita prettamente le atlete femminili
KAPTAGAT: ospita uomini e donne e anche atleti italiani.

Kapsabet Camp, Kenya

Kapsait Camp, Kenya

Per migliorare l'esperienza dell'utente, questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi